Claudia Formiconi Blog 6 Luglio 2016 Il poeta libero Valentino Zeichen

Home Blog Opere Versi Articoli Recensioni Galleria Letture Eventi News

6 Luglio 2016
Il poeta libero Valentino Zeichen


Poesia sincera, del disinganno. Così voglio ricordare Valentino Zeichen, il poeta 'libero' (così amava definirsi), lui che, per scelta, è vissuto lontano dai clamori intellettuali. Poeta tra gli illustri irregolari, bohémien alla maniera sua, ovviamente, il suo unico lido è stata la Poesia. Generoso nel regalare versi, a tutti coloro che passeggiavano per le piazze di Roma, vivendo tra cielo e terra, di notte sotto un lenzuolo di stelle, nella sua Piazza del Popolo. Nativo di Fiume, di sponda in sponda, approda, quasi per destino, sulla riva al Tevere...

“Il mio cuore è sempre stato / come la porta girevole / d’un albergo a ore / Dove si poteva entrare / e pernottare a piacere; / riuscire in incognito / e senza rimpianti”

 

nella foto (dal web http://www.doppiozero.com) Valentino Zeichen e i poeti del Gruppo '63 - da sinistra Roberto de Angelis, Dario Bellezza, Amelia Rosselli, Renzo Paris, Valentino Zeichen 


Il-poeta-libero-Valentino-Zeichen
CONDIVIDI
facebook twitter G+ Stampa
© Claudia Formiconi
web by Filippo Brunelli claudia formiconi articoli articolo https://claudiaformiconi.it/leggiblog.aspx?id=14
Claudia Formiconi è nata a Roma. Ha collaborato con il Nuovo Giornale dei Poeti, Silarus, Alla Bottega, e altre riviste letterarie. Ha lavorato in Rai. Scrive su culturadesso.it, l'ideale.info, come critico artistico-letterario e dove cura le rubriche Introspezioni che tratta di poesia, e CineCult. Contrasti, Bastogi Editrice Italiana, 2013 (collana Il Liocorno), è la sua prima raccolta di versi, edita nel 2013 e Scrivo versi nudi, Edizioni BastogiLibri, Roma, 2016